Perché i turisti adorano la gastronomia italiana?

Perché i turisti  adorano la gastronomia italiana?

Se la gastronomia francese è riuscita a imporsi come cucina di riferimento in molti paesi del mondo, c'è un grande avversario: la cucina italiana. Infatti, per la sua semplicità, i suoi sapori mediterranei e il suo lato popolare, la cucina italiana sa imporsi in molti paesi del mondo. eDreams ne parla

i Classici

La famosa pasta alla carbonara sarebbe peraltro la ricetta più cucinata nel mondo, benché spesso denaturata. Quanti italiani sono indignati ogni anno con la presenza della crema in molte ricette? Se la pasta italiana ha conquistato il mondo (e nostro stomaco), anche le bruschette, il formaggio italiano o la pancetta sanno tirare loro spillo dal gioco.

Le migliori ricette di specialità italiane hanno il vento in poppa in tutto il mondo, e questo è intimamente legato alle ondate di immigranti successivi degli italiani durante gli ultimi secoli.

La cucina italiana in America settentrionale

Gli Stati Uniti, ma anche il Canada, sono certamente gli esempi più emblematici di influenza dell'Italia oltre i suoi confini, come dimostra il celebre quartiere Little Italy a New York! Per visitare questo quartiere, contattare eDreams. Avviso a tutti quelli che si stanno preparando a visitare la Grande Mela: questo quartiere animato e vivente è quasi inevitabile come la Statua della Libertà!

"Little Italy" è il nome dato ai quartieri che una volta raggruppavano gli immigrati italiani all'estero, il paese dopo avere conosciuto due forti periodi di emigrazione:

La grande emigrazione, che durò dal 1860 al 1930 circa, durante la quale gli italiani partirono per l'America,

Emigrazione "europea" dagli anni 1950. Per ragioni sanitarie, economiche e sociali, il popolo italiano è andato alla ricerca di una vita migliore.

E per la gioia dei locali, hanno portato con sé i loro gnocchi, focacce, prosciutto di Parma e altre tradizioni culinarie e hanno dato nascita a questi celebre quartieri.

Se oggi il quartiere di Manhattan non è più abitato dagli italiani "puro ceppo", ma dagli americani di origine italiana, ci sono molti ristoranti italiani piuttosto turistici, così come fabbriche di pasta fresca, come in Italia!

Le drogherie italiane offrono anche pesto italiano (salsa al basilico e pignone di pino), mascarpone, gorgonzola e altri cibi essenziali che consentono ai locali di preparare piatti italiani fatti in casa.

Ogni anno, la festa di San Gennaro è organizzata nel quartiere italiano. Questo festival di strada, che dura undici giorni, è una vera ode alla cucina italiana e alle tradizioni del paese.

La cultura americana costringe, puoi persino partecipare a un concorso di mangiatore di pasta! Altri quartieri italiani che mettono prima la gastronomia sono anche da scoprire negli Stati Uniti e in Canada:

- The Hill in St. Louis, che offre drogherie italiane e numerosi ristoranti.
- Little Italy a Cleveland, che offre gallerie d'arte italiane oltre a trattorie tradizionali,
- Federal Hill a Providence, celebre per le sue numerose pizzerie ma anche per le sue venditore di ghiacci all'italiana
- Piccola Italia, a Montreal, con i suoi numerosi caffè e trattorie. Little Italy a Toronto, un piccolo quartiere impregnato dell'atmosfera europea portato dai migranti italiani.
- La cucina e i ristoranti del'America settentrionale sono dunque ampiamente influenzati dalla gastronomia italiana. Sapevano come appropriarsi in modo abbastanza significativo delle pizze e delle lasagne, tra gli altri.

La cucina italiana in Sudamerica

Ma l'Argentina non è esclusa, e Buenos Aires, la capitale, è anche la città che raggruppa di più di abitanti di origine italiana nel mondo. Allorà, la cucina argentina è largamente influenzata dall'Italia: pasta e pizza sono nel menu di tutti i ristoranti classici argentini! 
Scaloppina di vitello alla milanese, una ricetta di cucina italiana in cui il vitello è impanato con parmigiano, farina e la pangrattato di pane, è diventato un piatto tipico argentino.

La cucina italiana in Europa

È tuttavia in Francia, Belgio, Inghilterra e Germania che la gastronomia dello stivale è la più presente. Ciò si spiega logicamente dalla forte presenza della diaspora italiana in questi paesi nel XX secolo.

Da Bruxelles a Parigi (scopri il nostro corso di cucina Parigi) attraversando Londra e Monaco, i turisti stranieri e locali possono dunque facilmente:

- Mangiare in un ristorante tipico italiano ispirato alla trattoria tradizionale,
- Acquistare prodotti locali in drogherie italiane,
- Seguire il corso di cucina italiana con uno capo italiano.

L'apertura delle frontiere all'interno dell'Unione europea ha ampiamente favorito l'espansione delle tradizioni culinarie di questo paese dell'Europa meridionale, anche senza corso di cucina.

Articles